Diritti di rogito, locazioni, assunzioni e incentivi PDF Stampa E-mail

Le massime della Corte dei Conti in rassegna
Diritti di rogito e oneri accessori
L'importo spettante al segretario comunale a titolo di diritto di rogito non deve essere decurtato dall'ammontare riferibile agli oneri Irap e ai contributi previdenziali a carico dell'ente (cosiddetto scorporo). È ormai pacifico, infatti, che l'Irap non possa essere considerata rientrante nella categoria degli «oneri riflessi a carico dell'ente» ma tra gli «oneri diretti».  Ciò è stato evidenziato anche dall'agenzia delle Entrate che ha fatto notare come il legislatore ha sempre tenuto distinti gli oneri riflessi (o accessori) dall'Irap. A titolo esemplificativo, tra l'altro, cita l'articolo 1, comma 562, della legge 296/2006, che prende in considerazione le spese di personale «al lordo degli oneri riflessi a carico delle amministrazioni e dell'Irap», per giungere alla conclusione che il legislatore riconosce implicitamente che la componente Irap non è riconducibile alla categoria dei predetti oneri.
Sezione Regionale di controllo del Veneto- Parere n.400/2018
Locazione dell’alloggio per il Comando dei Carabinieri
La legge 208/2015 ha previsto che per le caserme delle forze dell'ordine e del corpo nazionale dei vigili del fuoco ospitate presso proprietà private, i Comuni appartenenti al territorio di competenza delle stesse possono contribuire al pagamento del canone di locazione come determinato dall'agenzia delle Entrate. In questa disposizione è stato affermato che il legislatore si è riferito a un contributo, quindi a un mero concorso pro quota, e non alla possibile assunzione integrale dell'onere, poiché, la materia dell'ordine pubblico e della sicurezza risulta, dalla Costituzione, intestata in via esclusiva allo Stato. La norma dev'essere considerata di stretta interpretazione, poiché introduce una possibilità che deroga al riparto delle funzioni delineato dalla Carta fondamentale. In favore della lettura secondo la quale l'onere non potrebbe gravare interamente sul Comune, oltre alle richiamate considerazioni è utile ricordare l'etimologia del termine «contribuire», utilizzato dal legislatore, che deriva dal latino, contribùere, quindi «dare insieme».
SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO DELL'EMILIA-ROMAGNA - PARERE N. 118/2018

Assunzioni a tempo determinato e sanzioni del Codice della Strada
La spesa per le assunzioni degli agenti di polizia municipale finanziate in base all'articolo 208 comma 5-bis del codice della strada, in quanto componente della spesa per lavoro flessibile, deve essere quantificata nel piano triennale e soggiace al limite della spesa potenziale massima, determinata, per le città metropolitane, dall'articolo 1, comma 421, della legge 190/2014. In altri termini, queste assunzioni, in quanto incidenti sulla spesa del personale, non possono sottrarsi al limite finanziario della spesa potenziale massima determinata, con riferimento alle città metropolitana, in relazione all'articolo 1, comma 421, della legge 190/2014 (che costituisce un limite di spesa anche per il piano di riassetto organizzativo previsto dall'articolo 1, comma 844, della legge 205/2017).
SEZIONE REGIONALE  DI  CONTROLLO  DELLA PUGLIA - PARERE N. 141/2018

Incentivo per le funzioni tecniche
Le forme di incentivazione per funzioni tecniche, ora riconosciute anche in relazione ad appalti per forniture e servizi, costituiscono eccezioni al generale principio della onnicomprensività del trattamento economico e pertanto possono essere corrisposte solo per le attività espressamente e tassativamente previste dalla legge. Il carattere tassativo delle attività incentivabili risulta avvalorato sia dall'utilizzo dell'avverbio « esclusivamente» che dall'assenza di un'esplicita norma che portano a desumere che l'incentivo per le funzioni tecniche non può essere utilizzato per le attività di manutenzione, attività non indicate dal legislatore. Inoltre il riferimento alle attività di manutenzione ordinaria o straordinaria non risulta contenuto neppure nell'ordinanza del 4 luglio 2018 del Presidente del consiglio dei ministri che disciplina la costituzione e quantificazione del fondo previsto dall'articolo 113 per la ricostruzione nei territori dei Comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici e che prevede una dettagliata elencazione delle funzioni e di ripartizione delle risorse finanziarie del fondo.
SEZIONE REGIONALE DI  CONTROLLO DELLA PUGLIA - PARERE N. 140/2018

Irap sui compensi dei Legali
Il pagamento dell'Irap dovuta dal Comune sui compensi professionali dei propri avvocati non deve comportare una corrispondente decurtazione della somma finale corrisposta al singolo avvocato a titolo di compenso professionale, con la conseguenza che l'amministrazione non può operare, sugli importi corrisposti agli avvocati comunali a titolo di compensi professionali, la trattenuta dell'Irap.
Ciò rappresenta la diretta conseguenza dell'individuazione dell'amministrazione quale soggetto passivo dell'obbligazione tributaria.
SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO DELLA LOMBARDIA - PARERE N. 267/2018

 

Link consigliati

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Abarto SEO SEO
Adami Mementa SEO hjemmeside