Progressioni orizzontali PDF Stampa E-mail

Il nuovo contratto supera le vecchie regole su tempi e contenuti

L'istituto delle progressioni orizzontali risulta totalmente innovato ed esaustivamente disciplinato dall'articolo 16 del contratto 21 maggio 2018. Pertanto, non si possono più ritenere validi i criteri determinati dai contratti precedenti e neppure gli orientamenti applicativi rilasciati dall'Aran in questi quasi vent'anni. È la stessa Agenzia a ricordarlo nel parere protocollo n. 16.270/2018 rilasciato recentemente a un ente locale. Uno degli elementi chiave dell'istituto è

Leggi tutto...
 
Contratto, limiti alla spesa di personale, permessi legge 104 PDF Stampa E-mail

Esclusione dai limiti di spesa di personale
Interrogata sulla possibilità di escludere dai limiti di spesa di personale l'assunzione di personale a tempo determinato e/o con contratti di lavoro occasionale per assicurare l'apertura di uno sportello di informazione turistica e di un museo, in considerazione della copertura della spesa con il contributo di un ente parco, i proventi dei biglietti delle visite e sponsorizzazioni private, la Corte dei conti della Liguria ha emesso la delibera parere n. 116/2018.  I magistrati ritengono che possano essere esclusi dal limite di finanza pubblica posto alle spese complessive per il personale

Leggi tutto...
 
Notizie flash ... Notizie flash... Notizie flash... Notizie flash... PDF Stampa E-mail

Contrattazione – Sottoscrizione accordi decentrati annualità precedenti (2016 e 2017) – Disciplina applicabile
Un ente, dopo aver premesso che non ha ancora sottoscritto i contratti integrativi relativi alle annualità 2016 e 2017, chiede all’ARAN se (poiché la sottoscrizione degli stessi avverrà dopo l’entrata in vigore del CCNL del 21.5.2018) sia ipotizzabile che nei suddetti contratti siano disciplinati ed applicati gli istituti economici previsti dal nuovo CCNL, oppure devono trovare applicazione ancora le precedenti regole negoziali. Inoltre, chiede se per l’iter di approvazione dei contratti integrativi devono essere seguite le disposizioni previste dal nuovo CCNL concernente le relazioni sindacali. Con parere CFL13 del 09 ottobre 2018, l’Agenzia illustra che i nuovi istituti del trattamento economico accessorio previsti, nei presupposti legittimanti e nel relativo ammontare, dal CCNL delle Funzioni Locali del 21.5.2018, possono essere applicati solo in sede di stipula del contratto integrativo dell’ente concernente il periodo temporale successivo al suddetto CCNL (anno 2018 e successivi). Infatti,

Leggi tutto...
 
Caso di infortunio PDF Stampa E-mail

Responsabilità del datore
«L'individuazione del dirigente (o del funzionario) cui attribuire la qualifica di datore di lavoro è demandata alla pubblica amministrazione, la quale vi provvede con l'attribuzione della qualità e il conferimento dei relativi poteri di autonomia gestionale, non potendo tale qualifica essere attribuita implicitamente ad un dirigente o funzionario solo perché preposti ad articolazioni della pubblica amministrazione che hanno competenze nel settore specifico.  Nelle pubbliche amministrazioni, in altre parole, l'attribuzione della qualità di datore di lavoro a persona diversa dall'organo di vertice non può che essere espressa, anche perché comporta i poteri di gestione in tema di sicurezza».

Leggi tutto...
 
L'assegno ad personam PDF Stampa E-mail

... va riassorbito negli incrementi economici
La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro Civile, con sentenza n. 24122 dello scorso 3 ottobre, ha confermato che, nel passaggio di un dipendente fra Amministrazioni dello Stato, l’assegno ad personam, attribuito al fine di rispettare il divieto di reformatio in peius del trattamento economico acquisito, è destinato ad essere riassorbito negli incrementi del trattamento economico complessivo riconosciuti dell’Amministrazione cessionaria al dipendente.

Leggi tutto...
 
Pausa giornaliera PDF Stampa E-mail

...modalità di fruizione e rinunciabilità
Al fine di incentivare e favorire l’applicazione dell’istituto della flessibilità per determinate categorie di lavoratori indicate attualmente nell’art. 26, comma 4, del Ccnl 2016/2018, è possibile autorizzare la rinuncia alla pausa, con richiesta formale e motivata del dipendente, in casi eccezionali, per limitati periodi di tempo circoscritti alla permanenza dell’esigenza e solo per i dipendenti che effettuino un orario giornaliero pari a 7 ore e 12 minuti per cinque giorni a settimana?

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 7

Link consigliati

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Chi è online

 9 visitatori online
Abarto SEO SEO
Adami Mementa SEO hjemmeside